Metilcellulosa (E-461) il gelificante che gelifica a caldo

Metilcellulosa (E-461) il gelificante che gelifica a caldo

A differenza di altri gelificanti, la Metilcellulosa (E-461) gelifica quando viene applicato il calore. A freddo, invece, agisce come addensante. Si possono ottenere un’ampia gamma di viscosità, la Metilcellulosa ha una grande potenza e affidabilità come gelificante.

 

La Metilcellulosa è un idrato di carbonio utilizzato come additivo gelificante ed addensante, per le sue proprietà è un idrocolloide. Si ottiene per reazione di addizione di gruppi metile alla cellulosa delle piante

 

INFORMAZIONI SUPPLEMENTARI

Forma gel termoreversibili (gel-no gel in funzione della temperatura), però al contrario di altri gel, è gelificato a caldo (a partire da 50°C) ed è liquido a freddo.
Si presenta in polvere.

 

UTILIZZI
Nell’industria alimentare: Flan sformati ripieni, besciamelle, rivestimenti per pizze, crocchette. Addensante per budini, yogurt e gelati. Stabilizzante. Sostituente dei grassi in prodotti dietetici.

 

Nella ristorazione: gelatine calde, schiume calde, collante per prodotti caldi.

 

DOSAGGI E MODO D’IMPIEGO

Dosaggio di base in cucina: per preparare una base di Metil, si consiglia una dose di 35g/l.

 

Dosaggio massimo tollerato: “non specificata”. In altre parole non ci sono particolari limitazioni al consumo di metilcellulosa.

 

Modo d’impiego: Mescolare a freddo, agitando vigorosamente, e lasciare riposare in frigo fino a raggiungere i 4 ° C per idratare. Arrivare poi alla temperatura di 55 ° C. Quando il prodotto si raffredda perde la sua capacità gelificante.

 

Posted By: Alessandra Tacchella