Liofilizzazione, la tecnica di essiccamento che utilizza il freddo ed il vuoto

Liofilizzazione, la tecnica di essiccamento che utilizza il freddo ed il vuoto

La liofilizzazione è una tecnica che consiste in un processo di congelamento seguito da disidratazione per sublimazione (passaggio diretto dallo stato solido a gassoso) che viene eseguita in un recipiente dove è stato fatto il vuoto accompagnato dal rinnalzamento lento della temperatura

 

La liofilizzazione è la tecnica di essiccamento che sembra meglio rispettare la struttura e la composizione del prodotto trattato, ma il costo dell’operazione è molto elevato.

 

INFORMAZIONI SUPPLEMENTARI

Le basse temperature evitano alterazioni del prodotto e anche le perdite di componenti volatili, cosa molto utile in campo alimentare per la conservazione di gusti e aromi.

 

Il liofilizzatore è l’apparecchiatura che permette di disidratare prodotti e preparati per sublimazione, ha costi elevati e dunque solitamente non viene impiegato in cucina, ma lo si usa nell’industria alimentare per prodotti che hanno un valore commerciale apprezzabile. A parte la funzione di base (liofilizzare), può essere usato per ridurre (estrarre parzialmente acqua da un alimento o miscela)

 

UTILIZZI

Nell’industria alimentare: frutta, erbe aromatiche, spezie, caffè, verdure, latte. È il procedimento più utilizzato per l’astronautica.

 

Nella ristorazione: in sperimentazione.

 

Posted By: Alessandra Tacchella