Spedizione gratuita a partire da € 80,00
categorie blog
ultimi post

seguici su facebook

ultimi video
iscriviti al nostro canale video

Un arcobaleno di possibilità: scopriamo insieme i coloranti della linea Pavoni

Tra gli additivi alimentari, i coloranti sono certamente i più brillanti e vistosi: a differenza di addensanti e gelificanti, infatti, non cambiano la consistenza del prodotto finale e, in linea di massima, non ne alterano neppure il sapore, limitandosi a contribuire al lato estetico di una presentazione gastronomica.

Che si tratti di realizzare biscotti, torte, cialde o cioccolatini, dunque, l’aggiunta di un colorante naturale vi aiuterà a vivacizzare le vostre creazioni, dando una marcia in più al loro impatto visivo; andiamo ad esaminare più da vicino le caratteristiche e gli utilizzi di ogni sfumatura.


I coloranti al burro di cacao e la loro gamma cromatica

Dal verde al rosa carico, i coloranti a base di burro di cacao si prestano ad essere utilizzati su prodotti a base di grassi, per la loro natura lipofila: compatibili con una dieta vegana, sono ecologici e versatili, nonché a lunga conservazione (superiore agli 8 mesi). Il preparato è composto da una miscela zuccherina che contribuisce ai valori nutrizionali della preparazione, in particolar modo al contenuto in carboidrati; solitamente, tuttavia, avendo finalità decorative non dovrà essere utilizzato in grandi quantità.


A tu per tu con i coloranti verdi, azzurri e gialli

Alla base delle tonalità del verde stanno due ingredienti concentrati: il cartamo e la spirulina, dalle colorazioni rispettivamente tendenti al giallo (per quanto riguarda il Carthamus tintorius) e al verde (Arthrospira platensis).

Il cartamo, anche chiamato “zafferanone”, è un’asteracea da cui si ricava un olio utilizzato nell’industria alimentare: ridotto in polvere, invece, è un ottimo pigmento dalla colorazione intensa e persistente.
La spirulina, dal canto suo, è un cianobatterio che abita i laghi salati: ricca di proteine e di vitamina K, contiene inoltre un composto – la ficocianina – che le dona la caratteristica colorazione verdastra.
Il dosaggio e le proporzioni di questi due ingredienti permettono di ottenere le sfumature del giallo, del verde e anche dell’azzurro chiaro disponibili nel nostro shop.


A tu per tu con i coloranti rosso, arancio, rosa e indaco

Per ottenere le sfumature appena menzionate, gli ingredienti cambiano: le protagoniste del rosso sono la carota e la barbabietola, contenenti betacarotene e betaline, alle quali si aggiungono di nuovo il cartamo (utilizzato nell’arancione) e il limone.

In particolare, le betaline si dividono in due diverse categorie, tendenti l’una al rosso-violetto (betacianine) e l’altra al giallo aranciato (betaxantine). Il betacarotene, noto per il suo essere fonte di vitamina A, non è l’unico carotenoide presente nelle carote: esse contengono infatti anche luteina e licopene, insieme ad altri pigmenti come le antocianine.


A tu per tu con i coloranti marrone latte e marrone fondente

Sulle colorazioni che richiamano il cioccolato non c’è molto da dire: l’ingrediente fondamentale della preparazione non è altro che il cacao! Si ricorda comunque in questa sede che possono essere presenti in tracce frutta a guscio, latte e soia, come avvertenza per i soggetti intolleranti o allergici.