Patata al cartoccio (Baked potatoes) ripiena di ricotta e olive in Carta Fata

Le “baked potatoes”, o patate ripiene al cartoccio, sono una ricetta semplicissima tipica della cucina anglosassone. Noi ne abbiamo creato una versione gustosissima, utilizzando Carta Fata, in modo da mantenere al massimo i gusti e i profumi degli ingredienti che abbiamo scelto.

 

tempi di preparazione               difficoltà            porzioni                costo

30 minuti                                      facile                  per 4 persone       basso                  

INGREDIENTI

- 600 g Patate (4 grosse)
- 200 g Ricotta
- 60 g Olive Taggiasche
- 50 g Grana Padano
- 50 g Pinoli sgusciati
- 10 g Burro
- 2 g Prezzemolo tritato
- 2 g Basilico
- Q.B. Sale
- Q.B. Pepe
- 4 fogli di Carta Fata

 

PROCEDIMENTO

1) Lavare molto bene le patate e tagliarle a metà
2) Con l’aiuto di uno scavino svuotarle al centro lasciando circa un centimetro di polpa
3) Mescolare la ricotta con i pinoli, il prezzemolo ed il formaggio grana, salare e pepare
4) Farcire ambedue le parti delle patate
5) Dividere le olive nelle patate ed aromatizzare con una foglia di basilico
6) Chiudere ogni patata con la sua metà
7) Imburrare i fogli di Carta Fata® e porvi la patata
8) Avvolgere ben stretto e chiudere con gli String®
9) Cuocere in forno a 180°C per 15/20 minuti (al tatto la patata deve risultare morbida)

 

PRESENTAZIONE

Servire ed aprire davanti all’ospite.

 

VARIAZIONI

La cottura varia a seconda della dimensione delle patate. La stessa tecnica può essere utilizzata sostituendo le patate con melanzane, peperoni, zucchini o di cipolle; la ricotta del ripieno può essere sostituita con mozzarella di bufala, fontina, caciocavallo o altre tipologie di formaggio; si possono ottenere infinite combinazioni aggiungendo i nostri ingredienti preferiti come prosciutto di Praga a cubetti, bacon croccante, ragù di vitello o coniglio, salmone o pesce spada affumicati, gamberetti, uova, peperoncini freschi, insomma tutto quello che ci suggerisce la fantasia.

 

Posted By: Redazione Decorfood Italy