Spedizione gratuita a partire da € 70,00
categorie blog
ultimi post

seguici su facebook

ultimi video
iscriviti al nostro canale video

Tutti i segreti della cottura al cartoccio con Carta Fata

La cottura al cartoccio è una tecnica davvero sana e gustosa, perfetta per chiunque voglia preparare un piatto salutare e sfizioso senza passare troppo tempo in cucina.

Infatti, il bello della cottura al cartoccio è che sfrutta le caratteristiche della cottura a vapore, riducendo così i tempi di preparazione. Basta infatti adagiare gli ingredienti sull'involucro e poi chiuderli bene, lasciandoli cuocere secondo i tempi previsti dalla ricetta.

Altro punto a favore della cottura al cartoccio è il fatto che si tratta di una tecnica di cottura destinata anche a chi è alla ricerca di piatti light ma comunque saporiti.

Il cartoccio infatti non disperde i profumi degli ingredienti né le sostanze nutritive, permettendo così di preparare un piatto davvero nutriente senza però abusare di grassi e sale. Indispensabile, per la perfetta cottura al cartoccio, è avere l'involucro giusto per avvolgere le pietanze.

I materiali infatti non sono tutti identici e bisogna imparare a distinguerli. Vediamo subito perché scegliere questo tipo di cottura e quale involucro consigliamo noi di Decorfood per un cartoccio da dieci e lode.
 

Perché scegliere la cottura al cartoccio?

La cottura al cartoccio può essere l'opzione perfetta se sei in circa di cibo sano, gustoso e davvero saporito. Questo tipo di cottura permette infatti di non abusare dei grassi, enfatizzando invece l'aroma naturale degli alimenti e delle spezie utilizzate.

Questo è uno dei motivi per cui il cartoccio è indicato anche per le diete sane e ipocaloriche, soprattutto per la cottura di carne e pesce, ma non solo. Per capire quali sono i pregi della cottura al cartoccio bisogna prima comprendere come funziona questa tecnica.

Gli alimenti, una volta chiusi nel cartoccio, restano a contatto con i propri liquidi e grassi, così i sapori non si disperdono. La cottura al cartoccio, dal punto di vista nutrizionale, è una delle migliori, perché ipocalorica ma comunque in grado di esaltare i profumi dei cibi.

Altro fattore importante è che gli ingredienti, restando a contatto con i propri liquidi di cottura, non perdono vitamine e sostanze nutritive. L'involucro può essere di vari tipi. Comunemente vengono usati carta stagnola o da forno, mentre per la cucina orientale si utilizzano spesso alternative vegetali, come le foglie di banano.

La scelta dell'involucro è però abbastanza problematica, essendo l'elemento principale per la buona riuscita della cottura al cartoccio. Addirittura, la stessa porosità della carta può contribuire alla buona riuscita dell'alimento e basta uno strappo nella carta per avere in poco tempo piatti duri, secchi e poco saporiti.

Problematica anche la carta stagnola che, pur se sicuramente robusta, ma sembra che, a contatto con sostanze molto acide, i fogli di alluminio rilascino residui metallici non molto salutari.

È per questo che per la cottura al cartoccio è bene scegliere l'accessorio perfetto, poco rischioso e altamente professionale. Ma esiste un involucro così? Certo, te lo presentiamo subito.
 

Carta Fata per la cottura al cartoccio, perché è l'opzione perfetta

Per la tua cottura al cartoccio, l'accessorio più professionale e sicuro è Carta Fata, ormai indispensabile per tutti gli chef. Carta Fata ha rivoluzionato il mondo della cottura al cartoccio, semplificando la preparazione e riducendo i tempi di cottura.

Non è un caso che questo accessorio sia stato ideato nel 2004 da un professionista del settore, lo chef Fabio Tacchella, rivoluzionando il mondo della cottura al cartoccio. Carta Fata è un'elegantissima carta trasparente all'interno della quale è possibile cuocere i cibi.

Non è una pellicola come le altre: resiste a sbalzi di temperatura che possono oscillare tra -50°C e 220°C, senza rovinare le pietanze o alterarne le proprietà organolettiche, motivo per cui questa carta è adatta a qualsiasi tipo di cottura, anche sulla griglia o in padella, così da non limitarsi solo al forno.

Carta Fata non si limita solo alla cottura al cartoccio, ma permette di bollire e arrostire senza disperdere le sostanze nutritive degli alimenti. Inoltre, essendo particolarmente elegante, può tranquillamente essere utilizzata per servire a tavola il proprio cartoccio in modo originale e accattivante.

Carta Fata è semplicissima da usare, per questo non solo è destinata all'alta ristorazione, ma anche alla cucina casalinga, trattandosi di un accessorio sicuro che semplifica di molto la cottura al cartoccio.

Ad ogni modo, indipendentemente dall'involucro che hai scelto, vediamo tutti i trucchi per la perfetta cottura al cartoccio.
 

Tutti i trucchetti per la cottura al cartoccio perfetta

La cottura al cartoccio è perfetta per moltissimi ingredienti come verdure, carne, pesce, crostacei e molto altro. In genere è bene che i cibi non siano troppo voluminosi, più che altro perché i tempi di cottura potrebbero dilatarsi notevolmente.

Normalmente, nel caso delle proteine, soprattutto nel caso del pesce, vale la regola secondo cui servono circa 4 minuti di cottura a 180-200°C per ogni centimetro di spessore del filetto, mentre, se decidi di cuocere il pesce intero, le tempistiche devono essere quadruplicate, come minimo.

La difficoltà della cottura al cartoccio sta nel ricreare il cartoccio delle dimensioni adeguate, non troppo pieno e non troppo vuoto. In genere nel cartoccio è bene che sia presente una parte liquida in modo che le alte temperature non secchino troppo la preparazione.

Via libera a un mestolo di brodo, vino o acqua. Ad ogni modo, gli ingredienti vanno posti al centro dell'involucro, il quale deve essere tre volte più largo e due volte più lungo della preparazione.

Se hai intenzione di cuocere il pesce intero, o comunque una preparazione dal peso elevato, allora è meglio se prima appoggi il foglio di carta direttamente sulla teglia, così da evitare la rottura dell'involucro.

In generale, per comodità, è meglio preparare dei cartocci monoporzione così da avere dei cartocci più piccoli da gestire. Quando aggiungi la parte liquida puoi appoggiare il cartoccio su una ciotola oppure un piatto fondo, in questo modo eviterai la fuoriuscita del liquido.

Non ti resta che chiudere il cartoccio. Nel caso di pesci interi o di pezzi di carne molto grandi puoi semplicemente impacchettarli ripiegando i lembi della carta direttamente sulla carne per poi sigillarli ripiegando i lati corti e fermando il cartoccio con dello spago da cucina stretto bene.

Se invece stai cuocendo delle verdure o dei crostacei o comunque alimenti di piccola dimensione allora potresti creare un semplice fagotto sollevando i bordi del foglio verso l'alto e raccogliendoli tutti in una mano, sigillando bene il cartoccio a fagottino e legandolo con dello spago da cucina adatto alle alte temperature oppure die laccetti in silicone appositamente studiati.

La chiusura del "pacchetto" è un fattore fondamentale per la corretta riuscita della preparazione. Il rischio che si apra in cottura non è così raro, a meno che non utilizzi Carta Fata, semplicissima da chiudere grazie agli appositi laccetti in silicone Strings o ai cordoncini in viscosa, perfetti per sigillare alla perfezione i tuoi cartocci in quanto resistono ad alte temperature , come quelle del forno e della piastra.

Il bello di Carta Fata, come già accennato, è che si può evitare di aggiungere componenti grasse o liquide, enfatizzando invece l'aroma della pietanza che intendi servire.

Si tratta del metodo ideale se vuoi proporre un secondo piatto sano e buono rendendo protagonista un ingrediente fresco e di qualità, come un bel filetto di pesce pescato in giornata.

Ti basterà adagiarlo su un bel letto di verdure ed erbette aromatiche. Vediamo una ricetta facile e veloce!
 

Cottura al cartoccio: preparare il pesce in pochi minuti

Con questa ricetta, in un quarto d'ora avrai pronto un bel secondo con i fiocchi. Per preparare un buon filetto di salmone con la cottura al cartoccio ti serviranno:

  • 4 tranci di salmone fresco;
  • 4 patate grandi;
  • una manciata di pomodorini ciliegino;
  • 1 limone;
  • Sale q.b.;
  • pepe q.b.;
  • 4 fogli di Carta Fata.

Il procedimento è molto semplice: lava e taglia a julienne le verdure, quindi adagia il foglio di Carta Fata sulla teglia e posiziona il filetto precedentemente pulito insieme alla verdura, aggiungi un pizzico di sale e pepe.

Crea un pacchetto "a caramella" fermando le estremità con gli String, senza stringere troppo ed inizia la cottura del cartoccio infornando a 180°C per circa 15 minuti. A parte, taglia in quattro fette il limone e trita un po' di prezzemolo, così da decorare il piatto una volta pronto il tuo salmone.

Come avrai notato da questa sfiziosa ricetta, la cottura al cartoccio è l'ideale per valorizzare i tuoi migliori ingredienti in cucina. Non ti resta che metterti all'opera: dai un'occhiata al nostro portale per fare scorta di tutti gli accessori necessari per rendere i tuoi piatti unici. Ti aspettiamo!